Nasce l'AMAC a Mondovì

L'Informatica al servizio dei non vedenti

Di computers e di optionals per non vedenti a Mondovì si incominciò a parlare nel 1985, quando, il 17 novembre, presso la Colonia Agricola del Beila, durante un torneo di Torbal (Memorial Silvano Prato), si teneva una prima dimostrazione della ditta SMEA di Modena: "computer, sintesi vocale e stampante braille".

Seguiva l'8 dicembre 1986 nella piscina comunale durante il Premio Panathlon di nuoto, (partecipavano diversi atleti ciechi). Presente la ditta EGG di Asti: "computer, riga braille meccanica con la quale si poteva leggere il televideo".

Nella primavera 1987 veniva chiesto a Nino Manera che donasse il ricavato della tredicesima Solidarmarc del 17 maggio per l'acquisto di apparecchiature tecnico-informatiche e per la costituzione di un centro di trascrizione braille.

La proposta veniva accettata e immediatamente il direttore del giornale "Provincia Granda" suggeriva l'istituzione del Comitato Cittadino Monregalese per l'acquisto di apparecchiature elettroniche braille per i ciechi; alla presidenza del quale veniva chiamato proprio Lui.

Altri componenti il Comitato: il Sindaco di Mondovì, geometra Luciano Mondino, l'avv. Antonio Viglione, (vice presidente Cassa Risparmio Cuneo), dr. Marco Fulcheri (presidente del C.S.I. monregalese, ragioniere Giandomenico Turco, (per Gamma-75 e Franco Sciolla (per i non vedenti Monregalesi.

Questa idea di Nino Manera dava all'iniziativa la giusta dimensione e metteva a tacere le malelingue che dubitavano della serietà della proposta.

Si chiarisce anche oggi che l'Amac non intende sostituirsi a nessuna delle Associazioni esistente sul territorio, nè tanto meno vuole ostacolarle.

L'Amac si inserisce negli spazi liberi, soprattutto trascrivendo in braille.

L'AMAC, (dal 1998, ONLUS), nell'applicazione del proprio statuto, lavora promozionalmente a favore soprattutto dei non vedenti per i quali trascrive testi scolastici e quant'altro viene richiesto.

Stampa dal 1995 l'almanacco di Frate Indovino che deve essere richiesto a:

E F I - Edizione Frate Indovino via Severina n. 2 - 06124 PERUGIA

L'AMAC possiede materiale didattico e tiflo-informatico che può essere visionato in sede.

Organizza corsi per insegnanti di sostegno o per operatori del settore handicap, denominati: "DAL PUNTERUOLO AL COMPUTER"

Offre la propria esperienza a quanti desiderano informazioni sulla categoria dei non vedenti

Per la propria sopravvivenza svolge attività ricreative come: camminate e biciclettate, karaoke aperti a tutti, (vedenti e non) Spettacoli teatrali,

Incide Compact-disc contenenti poesie o canzoni

Ha a disposizione musicali dell'AMACi.

L'AMAC difende la dignità del CIECO aborrendo ed impedendo le questue porta-a-porta, vendite di fiori sulle piazze od altre iniziative offensive che urtano la sensibilità della categoria.

Si invita, quindi, TUTTI a diffidare di chi chiedesse soldi a nome dell'AMAC, GRAZIE!

Si ricorda che eventuali offerte destinate all'Associazione possono essere detratte dalla denuncia dei redditi semplicemente allegando la ricevuta del versamento sul conto corrente postale intestato:

"AMAC ONLUS Conto Corrente Postale  17 27 91 26"

Soci Fondatori:

Angelo Agosto, Giancarlo Bertero, Mario Cagnazzi, Gianni Ferrero, Marco Fulcheri, Nino Manera, Maria Luisa Pacellini, Cristiana Rizzo, Gianfranco Rizzo, Franco Sciolla, Dario Volpe.

I primi soci sostenitori non vedenti furono: Franco Sciolla, Irene Balbo, Cinzia Robaldo, Irma Pessina, Rinaldo Ravera.

I primi soci sostenitori vedenti: Nino Manera, Marco Fulcheri, Mario Cagnazzi, Giuseppe Chionetti, Walter Dallamura, Livio Peirone.

Lo Statuto venne redatto dal notaio Germano Birone il 29-12-1988.

CONSIGLIERI AMAC:

Primo Direttivo: 29-12-1988: Angelo Agosto, Giancarlo Bertero, Marco Fulcheri, Nino Manera, Maria Luisa Pacellini, Gianfranco Rizzo, Franco Sciolla.

Secondo Direttivo: 28-3-1993: Angelo Agosto, Bruno Baudissone, Claudio Bo, Giancarlo Bovetti, Marco Fulcheri, Erica Manera, Laura Mosso, Maria Grazia Orlandini, Franco Sciolla.

Terzo Direttivo: 31-3-1996: Irene Balbo, Bruno Baudissone, Carla Ferrero, Marco Fulcheri, Franco Sciolla.

INAUGURAZIONE UFFICIALE DELL'AMAC

Domenica 29 gennaio 1989 grande festa a Mondovì con la partecipazione delle autorità religiose, civili, militari, locali, provinciali e regionali.

A testimoniare l'evento fu presente Telecupole 5 Stelle, Emittente amica vera dell'Amac.

Numerosissimi i ciechi diretti interessati alle novità informatiche da acquistarsi al più presto.

ATTIVITA' PRINCIPALI:

TRASCRIZIONI Braille e Corsi di ALFABETIZZAZIONE informatica

Primo corso per non vedenti (26 giugno primo luglio 1989) partecipanti:

Angelo Agosto, Irene Balbo, Irma Pessina (Mondovì); Rinaldo Ravera (Vicoforte); Cinzia Robaldo (San Michele); Diego Chiapello e Massimo Voarino (Cuneo); Luca Mellano (Moretta); Loris Baracco (Castellinaldo); Gaetano Sandrini (Envie).

Secondo corso (2 ottobre 15 dicembre 1990) aderenti:

Erica Paracca (Val Della Torre, Torino) accompagnata dalle sue due insegnanti di sostegno; Livio Clerico (Agliè Torino), Rita e Michelina Giraudo, Pellegrino Giovanni e Riccardo, Carlo Piccato (tutti di Cuneo), Daprano Paola e Lidano (Bra-Savigliano).

Il 6 e 7 giugno 1992 corso per i possessori di Braillemate.

Corsi per insegnanti di sostegno: 30 novembre 1991, 15 febbraio 1992 (Allievi frequentanti un corso polivalente di Cuneo)

Gennaio-marzo 1995 corso (dal punteruolo al computer) "idem"

Aprile-maggio 1995 corso privato (del punteruolo al computer)

Febbraio 1998 per Educatori pressionali alla comunicazione dell'Amm. Provinciale

18 gennaio - 29 marzo 1999 quinto corso (dal punteruolo al computer) Educatori professionali e operatori del settore handicap

TRASLOCHI:

Il primo gennaio 1991 l'Amac lascia la sede di via Alessandria, 9 si trasferisce in via Diaz al numero 9;

Trasferimento al numero 11 a luglio 1998, nella sede acquistata.

CONVEGNO INTERNAZIONALE sulla PREVENZIONE DELLA CECITA' E RIABILITAZIONE IPOVEDENTI

Questa manifestazione suscitava le ire di tanti ex amici; il suo svolgimento ai monregalesi piacque essendo il primo convegno su questo argomento che si teneva a Mondovì.

28 maggio 1993: ore 18, presso la sala Convegni del Park Hotel Tavola rotonda - Tra gli oratori: (coordinatori AMAC e Tiflosystem), l'Usl 66 con i dottori Franco Fioretto "neuropsichiatra infantile", Dr.ssa Josee Lanners "Fondazione Robert Hollman Cannero Riviera";

29 maggio ore 9 - Sala Polivalente - Tra gli oratori: Carlo Passeggi "oculista presso il locale ospedale", Alan Rolf "docente Royal National College Hereford (GB), Dr. Mario Coppa "Lega del Filo d'Oro, Osimo", Dr. Maurizio Papagno Medico Oculista UIC Trieste, Dr. Roberto Marsiglio Medico Oculista Clinica Oculistica Università Padova, dr. Roberto Spolaore Specialista in oculistica Centro di Chirurgia Oculare di Conegliano (Tv), dr.ssa Alessandra Bragagnolo (non vedente) Laureata in Lingue e Letterature Straniere, Università di Verona.

Numerosi furono le domande poste agli oratori da genitori.

Tra i presenti mons. vescovo Enrico Masseroni

Un grazie particolare al ROTARY di Mondovì per l'aiuto finanziario, su pressione del dott. Giorgio Contegiacomo

LA STAMPANTE AD INTERPUNTO

Questo acquisto ha messo a dura prova le finanze AMAC. ma ha fatto fare all'Associazione un gran balzo di qualità; e stato obbligo chiedere un fido bancario.

Altro materiale particolare: Carta giapponese per i disegni in rilievo;

Masterizzatore (dono dei LIONS Monregalese, Fossano Bra, Bra-Roero, Saluzzo-Savigliano, Pinerolo)

VISITATORI MEDIATICI

Telecupole - RAI-3

I giornalisti: dott. Gianni Martini e dott. Gianfranco Bianco

I componenti europei di Elios-2 - Presidi - Responsabili di varie ASL - LINOS-CLUBS - ROTARY - SINDACI - ASSESSORI

La scuola Media Anna Frank di Mondovì che donava gl'incassi delle recite (Prigioniero di sua proprietà) e (Re Mida) e il ricavato di una vendita di lavori

PRINCIPALI CLIENTI

Irene Balbo - Cinzia Robaldo - Rinaldo Ravera - Irma Pessina - Laura Scaramuzzo e Antonia Bucci di Torino - Matteo Aglietta di Biella - Erica Paracca di Val della Torre (Torino) - Fabiana Comerro di Beinasco (Torino) il Centro Regionale Documentazione non Vedenti di Torino - L'Amministrazione Provinciale di Torino - ANFFAS di Torino - Il Municipio di Napoli per Lello Luongo, Danilo Mendozza, Fortuna Russo - Gli istituti per ciechi di Lecce e di Milano - La Famija Albeisa (Guida di Alba) - Rosanna Visintin di Gorizia  - La famiglia Tassi di Osimo - Concetta Lorenzoni Lendinara (Rovigo) - Prof. Guido Ughetto di Giaveno (Torino) - Luca Verzotto di Cittadella (Padova)

GRAZIE!

Tantissime persone hanno lavorato per l'Amac in mille modi: tra questi i soci che con la loro quota permettono di far fronte alle ingenti spese.

Se l'Amac è riuscita, finora, nel proprio intento di Centro di Trascrizione Braille, il merito è anche di coloro che hanno prestato la loro fattiva collaborazione nel digitare gratuitamente.

Ricordiamo con gratitudine il preside dell'Iistituto Professionale Statale per il Commercio DOTT. Filippo Taricco e le sue allieve per l'aiuto offerto all'Amac con la loro costante presenza nella digitazione.

Un'altra persona eccezionale è stata, ed è preziosa tuttora, Stefano Meineri (professore di informatica presso l'ITIS, ora IIS-Cigna, di Mondovì).

Opere trascritte in Braille

- Guida turistica di Mondovì

- 120 anni di "Provincia Granda"

- In memoria di Nino Manera

- Carrozze e auto d'epoca: 26 esemplari, descrizioni

- Cocteau envisage - 28 disegni in rilievo con descrizioni

- Giobbe Covatta - Parola di Giobbe - Pancreas

- Roberto Kervin - Basta ciechi

- La Rochefoucauld - Massime

- E.N.C.I. - Cani, le razze italiane

- Packetcluster

- F. B. Pratella - Teoria della musica

- Antonino Amore - Il braille per comunicare

- Il libro dei sogni - (la cabala)

- Una frase, un fiore per mille occasioni

- Testi scolastici: ELEMENTARI, MEDIE INFERIORI e superiori

Conclusione

Riconosciamo che la fortuna ha sempre accompagnato l'Amac!

Le difficoltà finanziarie sovente hanno turbato e preoccupato, mai ci si e arresi.

I momenti belli e gratificanti sono stati fonti di salutari energie, ma la certezza d'avere vicino amici veri è il segreto, lo sprone che dà il coraggio per proseguire sul cammino tracciato dallo statuto al quale si ispira l'Associazione.

visitatori online

Abbiamo 44 visitatori e nessun utente online

contatore histats

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione. Informativa - Cookies policy